L'ora di Religione
printprintFacebook
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

Trattato di ateologia

Last Update: 10/28/2008 10:09 AM
Author
Print | Email Notification    
10/28/2008 10:09 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Trattato di Ateologia è un famoso saggio pubblicato nel 2005 dal filosofo e teologo francese Michel Onfray.
L'opera ha suscitato un enorme interesse - e forti polemiche - non solo tra gli intellettuali ma, grazie allo stile adottato, tra un più ampio pubblico.
Oggetto della critica del Trattato non sono i credenti («non li trovo né ridicoli né penosi, ma temo che preferiscano rassicuranti finzioni infantili alle crudeli certezze degli adulti») quanto piuttosto le persone e le istituzioni che rappresentano e diffondono la religione («Chi potrebbe disprezzare le vittime? Ma come non combattere i carnefici?»). Il suo obiettivo fondamentale consiste nello smontare le basi etiche e filosofiche della teologia per ricostruire una visione del mondo e della vita ed una morale che poggino solo sulla ragione e si emancipino da ogni condizionamemto fideistico.
Sotto questo profilo Onfray individua tra i precursori di una moderna ateologia Jean Meslier con il suo Testamento, Paul Henri Thiry d'Holbach con La contagion sacrée, Ludwig Feuerbach con L'essenza del cristianesimo.
La negazione di Dio non è uno scopo ma un mezzo per arrivare ad un'etica post cristiana. Infatti, ad avviso di Onfray, esiste un'episteme ebraico-cristiana che ha permeato di sé in profondità anche la cultura e la società apparentemente laiche. Così è, ad esempio, per l'idea che la materia, la realtà e il mondo non esauriscano la totalità, che il corpo rappresenti la parte più bassa, impura ed ignobile dell'uomo, ecc. Egli capovolge l'immagine di un ateo immorale, privo di legge etica, e rovescia l'idea che "se Dio non esiste, allora tutto è permesso" sostenendo viceversa che proprio "poiché Dio esiste, allora tutto è permesso". Ed infatti l'esistenza di Dio è stata la premessa teorica perché nella storia si compissero "in suo nome ben più battaglie, massacri, conflitti e guerre che pace, serenità, amore del prossimo, perdono dei peccati o tolleranza".
Inoltre la religione detesta l'intelligenza: nei tre monoteismi (ebraismo e cristianesimo nella Genesi e islamismo nel Corano) si ritrova la storia di Adamo ed Eva nel paradiso e dell'albero della conoscenza. Da questa vicenda Onfray desume i riflessi che ne sarebbero derivati sulla civiltà; dall'odio per la donna e per la carne alla colpevolezza coniugata col desiderio di ravvedimento alla passione per il dolore fino, appunto, al predominio dell'obbedienza sull'intelligenza. Ma (anche) nella storia di Adamo ed Eva si ritrova la pulsione di morte che è alla base della religione. Infatti «le tre religioni monoteistiche esortano a rinunciare a vivere qui e ora col pretesto che un giorno bisognerà rassegnarvisi: magnificano un aldilà (fittizio) per impedire il pieno godimento dell'aldiquà (reale)». Ed ecco allora la "litania delle proibizioni" e "l'ossessione della purezza"; ma «è un pessimo calcolo rinunciare a vivere per non dover morire, perché così alla morte si paga due volte un tributo che è sufficiente pagare una volta sola».
Per Onfray, infine, una volta smontata la religione, occorre "lavorare a un nuovo progetto etico per creare in Occidente le condizioni di una vera morale post cristiana in cui il corpo cessi di essere una punizione, la terra una valle di lacrime, la vita una catastrofe, il piacere un peccato, le donne una maledizione, l'intelligenza una presunzione, la volontà una dannazione". E, sotto il profilo politico, l'altro non sarebbe più visto "come un nemico, un avversario, una differenza da sopprimere, costringere e sottomettere, ma come l'occasione di un'intersoggettività da costruire qui ed ora".

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:47 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com