INTERNET: CEI, ATTENTI A FACEBOOK. MA CIVILTA' CATTOLICA LO HA PROMOSSO

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
83pico@live.it
00Friday, January 23, 2009 7:12 PM
(ASCA) - Roma, 19 gen - La Chiesa cattolica italiana resta sospettosa nei confronti di Facebook, malgrado il giudizio tutto sommato positivo espresso nei confronti del sito di networking dalla Civilta' Cattolica e dall'Osservatore Romano. Aprendo questa mattina il convegno ''Chiesa in rete 2.0'' promosso dall'Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali e dela Servizio Informatco della Chiesa Italiana, il portavoce della Cei, don Domenico Pompili, ha infatti messo in guardia dalla forma di ''individualismo interconnesso'' promosso da siti come Facebook.

Don Pompili ha puntato l'indice contro il ''nuovo individualismo che cresce e che il sociologo spagnolo Castells non ha esitato a definire 'networked individualism' per evocare singoli che rescindono i legami con il territorio circostante, salvo poi moltiplicare le connessioni, magari su Facebook''. ''Non vi e' dubbio - ha proseguito - che ci siano in giro difensori entusiasti del virtuale che tendono a minimizzare il suo impatto, cosi' come vi sono ostinati detrattori del virtuale che vorrebbe descriverlo necessariamente come antitesi all'umano''.

''Facebook - aveva invece scritto la scorsa settimana Civilta' Cattolica, il prestigioso quindicinale dei gesuiti pubblicato con la revisione della Segreteria di Stato vaticana -, in fondo, incarna una utopia: quella di stare sempre vicini alle persone a cui teniamo in un modo o nell'altro, e di conoscerne altre che siano compatibili con noi''. ''D'altra parte - aveva proseguito - la tecnologia da sempre, a partire dall'invenzione dei messaggi di fumo o di strumenti come il telegrafo o il telefono, e' un potente ausilio alle relazioni personali - sottolinea - In questo lungo processo che compone la storia delle comunicazioni umane, Facebook sta giocando il suo ruolo specifico: fa si' che internet diventi innanzitutto una rete di persone e accelera un processo che nel 2005 ha avuto nei blog uno dei suoi passaggi fondamentali. Facebook e' dunque un momento significativo di questo processo, non certo pero' un punto di arrivo.




Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:59 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com